Kernel Festival
ENG


Location

Kernel /015 > Kernel Messina > LOCATION
PROGRAMMA >

DUOMO DI MESSINA

DUOMO

Il Duomo di Messina, intitolato alla Madonna Assunta, sorge in pieno centro storico di Messina, dove prospetta con la facciata ed il campanile sull’ampia piazza del Duomo.

Il tempio è edificato durante l’Impero di Giustiniano I per opera di Belisario nell’anno 535.
Le strutture originarie dell’edificio, lungo il corso dei secoli, sono state oggetto di frequenti trasformazioni, talora con l’aggiunta di elementi architettonici e decorativi che indulgevano al gusto del tempo. Ciò fu dovuto quasi sempre all’insediamento di culture e popolazioni straniere dominanti e alle ferite inflitte da disastrosi eventi, soprattutto da terremoti, e alla conseguente necessità di ricostruire in tutto o in parte.

All’alba del 28 dicembre 1908, alle prime scosse del terremoto di Messina, l’edificio crollò quasi completamente e venne in seguito ricostruito negli anni venti.
Gli eventi bellici del 1943 ridussero nuovamente in cenere l’edificio salvando solo le strutture perimetrali.
Il 13 agosto 1947 la Cattedrale viene riaperta al culto da papa Pio XII. Le statue, i marmi ed i mosaici sono quasi tutti pregevoli copie degli originali perduti.

FACCIATA
La facciata della cattedrale è a salienti, sormontata da una merlatura. La parte inferiore è decorata a liste orizzontali di marmi policromi a tarsie, mentre la parte superiore è tutta in pietra, con tre monofore gotiche e un rosone, arricchiti da eleganti transenne. In corrispondenza delle tre navate si aprono altrettanti portali gotici. Il portale centrale del 1412 è opera di Antonio Baboccio da Piperno.

FIERA DI MESSINA

FIERA

La Fiera Internazionale di Messina è la più antica fiera del mondo, istituita da Federico II di Svevia, che si teneva anticamente nel “piano” tra porta Reale e la chiesa di S. Francesco di Paola, a nord della cinta muraria cittadina.

La fiera, paradigma di una città votata per natura e per posizione al commercio, ebbe fortuna nel corso dei secoli, toccando il proprio apice nel XV secolo e con l’Unità d’Italia, negli ultimi decenni del XIX secolo, grazie all’apertura del canale di Suez che riporta Messina al centro delle rotte mediterranee.

Il terremoto del 1908 cancella anche questa importantissima istituzione messinese. Nel 1938 il regime fascista pone la prima pietra della nuova Fiera di Messina, trasformata in Fiera delle attività economiche siciliane, nel luogo dove essa sorge ancor oggi, il grande giardino a mare dell’ex “Chalet” (su un’estensione di oltre 50.000 m²).

Concepiti nell’insieme come “una corte aperta verso il mare”, i sedici padiglioni della Fiera vennero duramente bombardati nel corso del secondo conflitto mondiale. La Fiera si riorganizza a tempo di record e riapre nel 1946. Nel corso dei decenni fino ad oggi, la Fiera vede gli interventi decisivi di importanti architetti italiani come Filippo Rovigo e Vincenzo Pantano.

 

PALACULTURA

PalaculturaMessina

Il Palazzo della cultura, o più semplicemente Palacultura, è un centro polifunzionale della città di Messina. Finito di realizzare nel 2009, è costituito da tre edifici destinati ad ospitare uffici per la cultura, la più grande biblioteca cittadina, un teatro da 850 posti, un auditorium per la musica all’aperto e un salone esposizioni collocato sul terrazzo.

 

Kernel Festival - 2011 - 2012 - 2013 © AREAODEON - Monza - CF/Partita IVA: 05175540961