Progetti

Festival /012 > Parco Sonoro > Progetti

CONSERVATORIO DI COMO

Con_tatto

L’opera e` una struttura esagonale di assi di legno posta di fianco ad un albero naturale. L’albero artificiale e l’albero naturale tracciano un passaggio, a indicare una strada di mezzo come scelta consapevole tra estremi opposti.
L’albero artificiale e` costituito da sei assi e il suono viene trasmesso attraverso il materiale, permettendo cosi` al visitatore l’esperienza sia tattile che acustica del suono.
Dalla dialettica tra percezione tattile e acustica emerge l’idea di una relazione, un dialogo costante e continuo tra mondo naturale e mondo artificiale.

Ad opera di Alessandro Arban, Brian Burgan, Yuri Dimitrov, Filippo Guida, Cristina Roveredo, Francesco Tammaccaro

Docenti: Alessandro Perini, Sylviane Sapir

Primitive

Installazione audio-video interattiva che indaga la ricostruzione immaginaria di una psicologia ancestrale, istintiva e violenta. Sonorità aspre e indefinite circondano l’area e conducono all’ingresso della piccola
grotta, dove un’apertura invita il visitatore ad avvicinare il proprio viso all’interno. Qui compare il volto deformato di un ominide primitivo, evocato nel corso di un viaggio nel vuoto tra sculture poliedriche irregolari percosse da clangori e rumore.

Ad opera di Luca Mucci e Marco Verdi

Docenti: Alessandro Perini, Sylviane Sapir

IED

Cosa fa il Bosco quando noi non ci siamo?

Il visitatore del parco ha l’opportunità di un ascolto insolito e normalmente impossibile. Egli è attratto, lungo il suo percorso, da piccoli “racconti”; Haiku sonori diffusi fra gli alberi e composti da “nuovi” suoni concreti. L’installazione si basa sulla poesia che nasce dalle inaspettate associazioni dei suoni stessi, scelti dal mondo che ci circonda oppure appositamente creati, lasciando ampio spazio alla fantasia del visitatore.

Ad opera di Francesco Anelli, Federica Lomagistro, Corrado Gioppi, Davide Gubitoso e Roberto Marelli

Docenti: Enrico Ascoli, Riccardo Castaldi

 

NABA

Pre-delay Musicircus

Nel momento in cui torna con urgenza una riflessione sui processi partecipativi, NABA SOUND propone l’installazione di PRE-DELAY/// musicircus. Diffuso in live streaming in NABA SOUND /// webradio
Per maggiori informazioni

Docente: Igor Muroni

SAIC

Here and there

Questo lavoro è caratterizzato da ciotole di porcellana fatte a mano, che saranno attivate ​​dal punto di vista sonoro e sospese agli alberi per creare un ambiente di ascolto spazializzato. Le ciotole saranno fatte risuonare dai trasduttori che trasformano ogni ciotola in una sorta di altoparlante. Ogni oggetto suonante manterrà una presenza materiale distinta, mentre il lavoro totale situa lo svolgersi della composizione musicale in un ambiente naturale.

Ad opera di: Ethan Rose


Kernel Festival - 2011 - 2012 - 2013 © AREAODEON - Monza - CF/Partita IVA: 05175540961